en

Cure di fine vita

 

È importante che infermieri e medici assumano consapevolezza dei loro atteggiamenti e sentimenti verso la morte, accettandone il processo come parte della vita. Questo permetterà loro di:

  • Valutare la comprensione del paziente e della famiglia su ciò che sta avvenendo
  • Condividere il procedere con il paziente e con la famiglia in modo continuativo e regolare e ad ogni cambiamento della situazione clinica
  • Valutare e rispondere ai bisogni spirituali, psicologici, fisici e sociali del paziente e della famiglia
  • Comprendere e applicare i principi fondamentali della comunicazione di fine vita (SPIKES) e della bioetica nel percorso decisionale (principio di beneficenza/non maleficenza, principio di autonomia e principio della equa distribuzione delle risorse)
  • Educare la famiglia circa i segni e i sintomi degli ultimi giorni e ore di vita, tenendo conto della spiritualità del paziente, delle esigenze culturali e dei bisogni specifici per l’età
  • Rispettare i desideri e le direttive anticipate del paziente

Come riconoscere la prossimità della morte

In assenza di cause reversibili alla progressione e al deterioramento del paziente, ci sono determinati sintomi e segni che compaiono, spesso in combinazione, che possono aiutare a riconoscere questa fase:
Condizioni generali: grave astenia, febbre, insonnia, allettamento
Respirazione: pause respiratorie, rantoli, dispnea, tosse
Disfunzioni urinarie: incontinenza, ritenzione urinaria, anuria
Dolore: contrazioni, spasmi
Stato cognitivo: irrequietezza, stato confusionale con o senza agitazione
Cute: edemi, sudorazioni, pelle marmorizzata, aspetto allungato del viso
Tratto gastrointestinale: anoressia, difficoltà di deglutizione, nausea e/o vomito

Atteggiamento terapeutico e controllo dei sintomi

Riconoscere che il paziente sta morendo comporta un cambio di rotta nella presa in carico a cui conseguono nuovi obiettivi ed un nuovo piano di cura individualizzato. Il sollievo dei sintomi negli ultimi giorni di vita deve essere prioritario rispetto al controllo dei meccanismi fisiopatologici che stanno alla base del sintomo stesso.

  • Sospendere tutti i farmaci non necessari al controllo dei sintomi della fase terminale
  • Assicurarsi che siano prescritte delle riserve per i sintomi più comuni (dolore, dispnea, agitazione/stato confusionale, rantolo, nausea/vomito)
  • Valutare la via di somministrazione più adeguata (la posa di un Butterfly s.c. è una buona opzione per somministrare i farmaci necessari per palliare i sintomi più frequenti)
  • Rivalutare frequentemente e con regolarità il paziente
  • Discutere e prendere posizione sull’idratazione e nutrizione
  • Non eseguire indagini diagnostiche inutili e ridurre/adattare i controlli (PA/Fc, temperatura, glicemia)
  • Prendersi cura dei familiari, confrontarsi frequentemente con loro, informandoli sul significato delle scelte terapeutiche
  • È importante spiegare il perché del nostro agire alla famiglia per evitare che “il non fare” venga interpretato come un abbandono terapeutico
  • Agire con calma e ascoltare (paziente, famiglia e curanti)


Check list – Cure di fine vita

 ____________________________________

Referenze: 

  1. Klinkenberg M, Willems D.L, Van der Wal G. and Deeg D.J.H. Symptom burden in the last week of life. Journal of Pain and Symptom Management, January 2004; 27 (1): 5-13.
  2. Potter J, Hami F, Bryan T, Quigley C. Symptoms in 400 patients referred to palliative care services: prevalence and patterns. Palliat Med. 2003 Jun;17(4):310-4.
  3. Last days of life: http://www.cancer.gov/cancertopics. National Cancer Institute.
  4. Registered Nurses’ Association of Ontario (RNAO). End-of-life Care during the last days and hours. Toronto (ON): 2011 Sept.http://rnao.ca/bpg/guidelines/endoflife-care-during-last-days-and-hours.
  5. Twycross R., Wilcock A., Stark Toller C. Symptom management in advanced cancer. 2009. www.palliativedrugs.com.
  6. Amadori D, Corli O, De Conno F, Maltoni M, Zucco F. Libro italiano di cure palliative. 2007. Poletto editore.
  7. Neuenschwander H. et al. Palliativmedizin. Ein Handbuch für Ärztinnen und Ärzte. Schweizerische Krebsliga, 2. Erweiterte Auflage, 2006 (Deutsch). 2007 (Franz./Ital).
Ultimo aggiornamento: 27 ottobre 2016
X

PARTECIPA
AL SONDAGGIO

1 minuto - 6 domande!

RISPONDI