en
Area infermieristica

Ente Ospedaliero Cantonale
Direzione generale, Viale Officina 3, 6500 Bellinzona

Area infermieristica

Aggiornamento progetti Indietro

L'area infermieristica ha avviato svariati progetti atti a migliorare la presa in carico del paziente. Tra questi possiamo annoverare il progetto sulla partecipazione dell'EOC allo studio Match RN, il progetto sull'ottimizzazione della dimissione del paziente, ma anche lo sviluppo di un nuovo DPI infermieristico, l'estensione del progetto PICC, la creazione di "cubi" di dati e non da ultimo il progetto sulla promozione dell'immagine dell'infermiere in medicina intensiva. Seguono maggiori dettagli nelle prossime pagine.

Partecipazione dell’EOC allo studio Match RN (Matching Registered Nurse services with changing care demands)

Nel 2016 parteciperemo a "Match RN": un esperimento con due rilevamenti di dati (2016 e 2017), per il personale curante, pazienti e l'organizzazione. Vi parteciperanno 32 ospedali svizzeri. Durante questo sondaggio verranno rilevati i seguenti parametri:

La correlazione tra strutture, processi ospedalieri/infermieristici, risultati di cura e il tasso di soddisfazione dei pazienti/personale curante. Conseguenze sull'ambiente lavorativo in seguito all'introduzione dei DRG, Benchmarking dell'ambiente lavorativo a livello di reparti e ospedali.

Coordinatrice:
Annette Biegger
 

Ottimizzare la dimissione del paziente

Una dimissione dovrebbe essere concordata tra medici, infermieri e assistenti sociali.
Basandoci sull’esperienza positiva dell’ospedale di Aarau, si sta valutando di inserire nell’assessment iniziale del paziente un documento condivisibile tra medici, infermieri e assistenti sociali, che si basi sullo strumento PACD (post-acute-care-discharge).
Quando questi dati saranno completati con una data di uscita prevista, essi forniranno al servizio sociale gli elementi necessari per stabilire tipo e modalità di intervento.

Coordinatrice:
Annette Biegger
 

Sviluppo nuovo DPI infermieristico

Il progetto si prefigge di creare i nuovi moduli infermieristici, coerentemente con la nostra filosofia di cura.

Obiettivi del progetto:
Sviluppo della documentazione di dimissione/trasferimento. Miglioramento nell'integrazione delle informazioniAssessment (ePA-AC) integrato nella documentazione di cura. Termografica completa (parametri, bilanci, cateteri). Migliore integrazione fra i moduli clinici e il LEP. Integrazione della futura prescrizione medica con la termografica elettronica ed il LEP.
A tutto questo vanno aggiunte le modifiche necessarie ad ottimizzare la compilazione e la consultazione del processo delle cure, in tutte le sue parti, con il minore impatto possibile sull'attività infermieristica.

Coordinatrice:
Sara Gamberoni

Estensione del progetto PICC IOSI a livello EOC

L'utilizzo dei PICC si è molto diffuso negli ultimi anni in molti contesti sanitari come anche all'EOC, per una molteplicità di ragioni (efficacia, pochi rischi, praticità, costi) fra le quali anche la possibilità che possa essere efficacemente posizionato da infermieri e al letto del malato. È ragionevole quindi prevedere che questo presidio avrà un maggiore utilizzo, offrendo a molti pazienti una valida alternativa rispetto ad altri presidi vascolari (CVC, Cateteri periferici, Porth).
È stato costituito un PICC team EOC che governerà la diffusione e l’utilizzo del presidio vascolare a livello Ente, nel rispetto delle migliori evidenze oggi disponibili.

Coordinatore:
Simone Lussu 

Promuovere l’immagine dell’infermiere di Medicina intensiva

Il progetto mira alla promozione dell’immagine del ruolo dell’infermiere specializzato in Medicina intensiva, a migliorare le conoscenze relative all’ambiente di lavoro, alle competenze richieste, al percorso di inserimento e alla scuola di specializzazione.
Lo scopo finale del progetto è quello di aumentare le domande di trasferimento verso i reparti di Medicina intensiva al fine di garantire una selezione basata su scelte qualitative. Questo per mantenere o eventualmente aumentare (quando sarà necessario) il numero di infermieri specializzati, garantendo cosi un alto livello qualitativo delle cure prestate.
Per questo è stato sviluppato un questionario che è stato inviato a 800 infermieri dell'EOC (novembre 2015). I dati verranno pubblicati nel corso del 2016.

Coordinatore:
Flavio Gobbi 

Ultimo aggiornamento: 22 dicembre 2015
Indietro