en

Progetto pilota OBV

La miglior anamnesi farmacologica possibile aumenta la sicurezza!

Il progetto pilota si prefigge di introdurre la miglior anamnesi farmacologica possibile: una raccolta di informazioni strutturata, sistematica e il più completa possibile relativa ai farmaci assunti dal paziente a domicilio. Tale raccolta di informazioni, strutturata in una lista, permette di aumentare la sicurezza del processo di gestione della farmacoterapia: qualsiasi aggiunta, modifica o interruzione di un medicamento presente in questa lista dovrà essere oggetto di valutazione e la motivazione del cambiamento dovrà essere motivata dai curanti.

La miglior anamnesi farmacologica possibile viene svolta da un professionista, medico o farmacista clinico, che tramite un’intervista al paziente o ai suoi famigliari e coinvolgendo (previo consenso del paziente) il medico di famiglia, il farmacista di fiducia oppure altri professionisti che contribuiscono alla presa in carico del paziente sul territorio, raccoglie le informazioni utili a stilare una lista completa dei medicamenti (o rimedi naturali) assunti dal paziente prima della degenza ospedaliera.

Oltre alla partecipazione al colloquio di anamnesi, il paziente è invitato a portare in ospedale le confezioni dei medicamenti che assume al domicilio e/o la lista dei medicamenti (facsimile scaricabile qui); in tale modo contribuisce allo svolgimento ottimale del processo.

La miglior anamnesi farmacologica possibile viene svolta di regola entro 24 ore dall’ammissione.

© Sicurezza dei pazienti Svizzera

Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2016
X

PARTECIPA
AL SONDAGGIO

1 minuto - 6 domande!

RISPONDI