en

Ampliamento del Servizio di medicina intensiva dell’Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli

24 marzo 2015

Nella sua ultima seduta, il Consiglio di Amministrazione dell’Ente Ospedaliero Cantonale ha approvato il progetto di ampliamento del Servizio di medicina intensiva dell’Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli. Questo progetto si inserisce nel contesto più ampio di potenziamento e ottimizzazione della medicina intensiva dell’EOC, che comprende i Servizi del Sopra e Sottoceneri situati negli Ospedali di Bellinzona, Lugano, Mendrisio e Locarno. Il progetto di ampliamento presso l’Ospedale San Giovanni prevede l’allestimento di sei posti letto di medicina intensiva. Oltre all’ampliamento della medicina intensiva verrà allargata anche l’area di degenza attuale con 12 nuovi posti letto. I costi complessivi sono stimati a 5,3 milioni di franchi e l’inizio dei lavori, che dureranno due anni, è previsto nel giugno 2016.

 L’ampliamento della medicina intensiva di Bellinzona consentirà di far fronte al previsto aumento di pazienti che necessitano di terapie intensive. Esso va inserito anche nell’ottica del potenziamento delle attività pediatriche dell’Ospedale San Giovanni, dopo la recente riconferma della sua vocazione ad Ospedale pediatrico che offre anche cure specialistiche per tutto il Cantone. In effetti, quattro dei sei nuovi letti di medicina intensiva saranno dedicati alla presa in carico di bambini e neonati che hanno bisogno di accresciute cure ed assistenza clinica. L’investimento per questa parte del progetto sarà di 3.2 milioni di franchi.

Oltre all’ampliamento degli spazi per la medicina intensiva saranno realizzati negli spazi adiacenti ulteriori dodici posti letto per le degenze. Questa parte del progetto, insieme alla creazione dei necessari collegamenti fra le strutture, costerà 2.1 milioni di franchi.

Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2016