en

Rapporto annuale 2014 - La sanità pubblica, un fattore economico importante per il Ticino

18 maggio 2015

Per ogni franco ricavato nel 2014, l’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) ha rimesso in circolazione 74 centesimi nell’economia ticinese. L’EOC ha dunque ridistribuito un importo complessivo di poco inferiore al mezzo miliardo di franchi al personale impiegato residente in Ticino, sotto forma di salari, e ai fornitori locali. Questo dato, che emerge dal Rapporto annuale 2014, per la prima volta evidenzia l’importante impatto che l’Ente, in quanto secondo maggiore datore di lavoro cantonale, ha sull’economia del Cantone Ticino. Con una nuova e pionieristica impostazione, il Rapporto 2014 esamina nella nuova sezione della Relazione sociale i rapporti che intercorrono fra l’EOC e i suoi principali gruppi di interessi. Nel Rapporto figurano per la prima volta anche dati consistenti sul consumo energetico delle strutture EOC. Per il 2014 i ricavi d’esercizio ammontano a 645,6 milioni di franchi (+ 3,6%), con un utile di 2 milioni (2013: 6,2 mio). Il numero di casi stazionari è rimasto stabile (+0,4%), mentre quello dei pazienti ambulatoriali ha fatto registrare un aumento dei casi del 3,3%. Le prospettive finanziarie per il 2015 restano incerte a causa della diminuzione delle tariffe.

 Il flusso finanziario relativo al Ticino evidenzia 595,5 milioni di valore generato, essenzialmente da pazienti ticinesi, a fronte di un valore distribuito di 478,5 milioni, che rappresenta il 74% del valore economico generato globalmente. Il valore distribuito in Ticino è destinato principalmente al personale impiegato e domiciliato nel Cantone (81%) e ai fornitori locali (15%). Con il Rapporto annuale 2014, l’EOC percorre dunque una via pionieristica nel mondo ospedaliero in Svizzera, mettendo in evidenza l’impatto sull’economia di un Cantone. L’EOC si assume l’impegno di mantenere il livello di ridistribuzione così evidenziato e, se possibile, di migliorarlo ulteriormente nei prossimi anni.

Quattro gruppi di interessi principali
L’EOC ritiene di fondamentale importanza un’informazione trasparente ai principali gruppi di interessi sui diversi aspetti della propria attività e per questa prima Relazione sociale ci siamo ispirati a principi riconosciuti a livello internazionale. Abbiamo considerato la dimensione sociale attraverso l’illustrazione dei rapporti con i nostri principali gruppi di interessi (pazienti, personale, proprietario, cittadini), mentre per la dimensione economica siamo andati oltre la rendicontazione usuale, spiegando anche come sono state ottenute e utilizzate le risorse. Infine, il Rapporto annuale 2014 contiene per la prima volta anche una Relazione ambientale, che consente di avviare il monitoraggio del consumo energetico e di acqua potabile delle strutture EOC.

In attesa della nuova Pianificazione Ospedaliera Cantonale
Nel 2014, il Consiglio di amministrazione ha affrontato uno dei progetti cardine del Piano strategico dell’EOC per gli anni 2013-17 incentrato sull’esigenza di adattare il quadro aziendale al nuovo contesto ospedaliero. È stato confermato il modello di “Ospedale cantonale multisito” con una rete di ospedali dotata di due centri di competenza cantonale (Lugano e Bellinzona) e di ospedali regionali con un importante ruolo di prossimità. L’EOC ha anche contribuito in modo costruttivo all’elaborazione della nuova Pianificazione ospedaliera cantonale, la cui approvazione spetta al parlamento uscito dalle recenti elezioni. Per quanto riguarda il futuro Master in medicina umana,
l’EOC ha preso atto con soddisfazione del voto di approvazione del Gran Consiglio del Messaggio del Consiglio di Stato, in novembre, per l’istituzione della Facoltà di scienze biomediche dell’Università della Svizzera Italiana.

Le cifre principali
Le strutture dell’EOC hanno accolto nel 2014 39'747 pazienti stazionari, con un aumento dello 0,4% rispetto al 2013. La degenza media è rimasta stabile su una media di 7,68 giorni. I pazienti in trattamento ambulatoriale sono stati complessivamente 318'857 (+ 3,3%). Si tratta di cifre in aumento anche per il 2014, che confermano così la fiducia della popolazione nei confronti di tutto il personale dell’EOC, dei suoi servizi e delle sue strutture.

I ricavi d’esercizio sono aumentati del 3,6% a CHF 645,6 milioni (+ CHF 22,2 mio). L’incremento è da attribuire principalmente ai ricavi da pazienti degenti (+ CHF 12,1 mio) a seguito di due effetti principali. Da un lato, l’abbandono nel 2014 del meccanismo di adeguamento dei volumi con le Casse malati; d’altro lato, l’innalzamento dei volumi massimi riconosciuti dal Cantone Ticino. Inoltre, l’evoluzione dei ricavi ambulatoriali (+ CHF 9,2 mio) conferma una tendenza in atto da diversi anni.

I costi d’esercizio sono aumentati del 3,9% a CHF 620,5 mio (+ CHF 23,2 mio). I costi del personale sono aumentati del 3,3% a CHF 446,6 mio (+ CHF 14,2 mio), confermando la proporzione del 72% dei costi d’esercizio. L’incremento dei costi del personale è da attribuire principalmente alla creazione di un accantonamento per le rendite di prepensionamento a copertura del corrispettivo AVS fino all’età di pensionamento legale. Il personale a fine 2014 era di 3'695 unità a tempo pieno (fine 2013: 3'526). I rimanenti costi d’esercizio sono aumentati del 5,5% a CHF 173,9 mio (+ CHF 9 mio), principalmente a seguito dell’aumento di attività e al conseguente aumento di fabbisogno medico (materiale sanitario e medicamenti).

Nel 2014, gli investimenti in immobilizzi materiali sono ammontati a CHF 30,4 milioni e quelli immateriali (applicazioni informatiche) a CHF 2,6 mio. Gli immobilizzi materiali sono stati ammortizzati per CHF 26,9 mio e quelli immateriali per CHF 1,6 mio secondo le norme previste dall’associazione nazionale “H+ Gli ospedali svizzeri”.

L’esercizio 2014 chiude con un utile di 2 milioni e si propone di attribuire questo importo secondo i risultati economici dei singoli ambiti di attività e in accordo con il Dipartimento della sanità e della socialità.

Per ulteriori informazioni:
Direzione generale EOC, tel. 091 811 13 01
Clicca qui per scaricare il rapporto annuale 2014

Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2016