en

Dal Ticino il nuovo presidente della Società svizzera di pediatria

02 giugno 2017

Il Prof. Dr. med. Gian Paolo Ramelli, capo del Dipartimento di pediatria dell’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC), primario di neuropediatria dell’Ospedale Regionale di Bellinzona e Valli e primario di pediatria dell’Ospedale Regionale di Locarno, è stato eletto presidente della Società svizzera di pediatra (SSP). Il professor Ramelli, 59 anni, guiderà per un mandato di 4 anni l’associazione nazionale che riunisce i 2450 pediatri membri della Società svizzera di pediatria. La nomina è stata ratificata durante il congresso annuale della SSP organizzato a San Gallo il 1° e 2 giugno.

Specializzato in neuropediatria, il professor Ramelli è autore o co-autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche e ha partecipato attivamente a numerosi congressi nazionali e internazionali della disciplina. Ha svolto la sua attività di pediatra in qualità di medico assistente o di capoclinica e di ricercatore in diversi importanti ospedali della Svizzera tedesca e francese e in Inghilterra. Nel 2014 è stato nominato professore titolare alla Facoltà di medicina dell’Università di Basilea.

Le priorità di Ramelli
La Società Svizzera di Pediatria rappresenta e difende gli interessi e i diritti dei bambini e degli adolescenti in materia di salute. Per il professor Ramelli, la promozione della salute di questa fascia della popolazione presso l’opinione pubblica e i medici è un mandato importante: lo sguardo che una società rivolge alla sua gioventù suggerisce la sua idea di futuro. Il neo-presidente ritiene che un’attenzione particolare sia da accordare alle sollecitazioni sempre più pressanti che la nostra società esercita su bambini e adolescenti.

Durante il suo mandato, il professor Ramelli si ripropone anche di dare maggiore visibilità alla pediatria ticinese oltralpe. Considerando il suo interesse specifico per l’autismo, Ramelli cercherà di sensibilizzare tutti i pediatri svizzeri sull’importanza di una diagnosi precoce di questo disturbo. Partendo dall’esperienza fatta in Ticino, che ha dato ottimi risultati in questi ultimi anni, si adopererà per l’applicazione a livello nazionale dello screening per la diagnosi dell’autismo.

La nomina del professor Ramelli costituisce un riconoscimento importante per tutto il settore della pediatria nella Svizzera italiana e per l’EOC in particolare, che negli ultimi anni ha notevolmente rafforzato le possibilità di presa in carico dei piccoli pazienti nelle sue strutture ed è oggi il principale attore in questa disciplina nel Cantone Ticino. La direzione generale dell’EOC si rallegra per la prestigiosa nomina ed esprime al professor Ramelli i migliori auguri.
 

Ultimo aggiornamento: 02 giugno 2017