en

Nuove sale operatorie all’Ospedale San Giovanni di Bellinzona

22 febbraio 2017

L’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) ha pubblicato il Bando di concorso di architettura per la realizzazione di un nuovo blocco operatorio dell’Ospedale San Giovanni di Bellinzona, che comprenderà sei sale operatorie. L’attività chirurgica presso il futuro blocco operatorio riguarderà sia gli interventi di chirurgia pediatrica che di chirurgia per adulti. Il concorso di architettura è articolato in due fasi. La prima fase di prequalifica, che si concluderà il 16 marzo, permetterà ai partecipanti di segnalare il loro interesse e di inoltrare la documentazione preliminare richiesta dal Committente. A inizio aprile la giuria, in cui figurano quattro rappresentanti del committente e cinque architetti professionisti, procederà alla selezione dei team ammessi alla fase successiva del concorso. Questa procedura permetterà di selezionare da 6 a 10 team di progettazione che parteciperanno alla seconda fase. Nella prima metà di novembre la giuria valuterà i progetti ricevuti nel rispetto dell’anonimato e proclamerà il vincitore. L’obiettivo è di iniziare il cantiere nella seconda metà del 2019.

L’attuale blocco operatorio dell’Ospedale San Giovanni risale alla prima metà degli anni ’70. Nel corso degli anni ha vissuto diverse ristrutturazioni sia dal punto di vista degli spazi che dell’impiantistica. Oggi le sale operatorie giungono al termine del loro ciclo di vita utile e vanno adeguate alle esigenze di un’attività operatoria che negli anni si è evoluta in termini di tecniche, attrezzature e dimensioni degli spazi. Le cinque sale oggi a disposizione sono già utilizzate al limite della loro capacità e non permettono di aumentare ulteriormente il numero degli interventi.

La nuova struttura, che sorgerà sullo spazio antistante l’edificio principale (Blocco A), sarà di tipo prefabbricato, per consentire tempi di esecuzione ristretti.

Il nuovo blocco operatorio costituisce un elemento fondamentale per continuare a garantire gli elevati standard di qualità e sicurezza del San Giovanni in attesa della costruzione del nuovo ospedale, che dovrebbe sorgere in futuro sul terreno della Saleggina, a cavallo degli attuali comuni di Bellinzona e Giubiasco. In attesa del nuovo nosocomio pubblico regionale, moderno e di elevata qualità, che ospiterà anche l’Ospedale cantonale pediatrico e che sostituirà l’attuale San Giovanni, l’EOC intende continuare a garantire la qualità dell'offerta sanitaria a Bellinzona. Il nuovo blocco operatorio è una prova concreta di questa determinazione, così come lo sono i lavori già in corso per la realizzazione di un poliambulatorio pediatrico.

Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2017