en

Dal Ticino alla testa dell’Associazione europea di Medicina nucleare

22 febbraio 2017

Il Prof. Dr. med. Luca Giovanella, primario di Medicina nucleare e Centro PET/CT, è stato nominato co-presidente dell’Associazione europea di Medicina nucleare – Comitato tiroide (EANM). Forte di 9'000 membri provenienti da 41 diverse nazioni, l’EANM rappresenta tutti i medici nucleari europei impegnati nella diagnosi e nella terapia delle malattie tiroidee e promuove la ricerca scientifica e la formazione specialistica nella disciplina. Il Prof. Giovanella, che è pure direttore del Centro di competenza EOC per le malattie tiroidee dell’Istituto Oncologico della Svizzera Italiana (IOSI), presiederà l’EANM insieme al Prof. Markus Luster, dell’Università tedesca di Marburg.

 La nomina di Giovanella, 51 anni, è dovuta, fra l’altro, all’importante ruolo da lui svolto all’interno dell’associazione in quanto responsabile per le linee guida internazionali, alla sua relazione plenaria al Congresso EANM 2016 ed all’attività scientifica e didattica svolta presso il Centro di medicina nucleare dello IOSI. A questo proposito, nel corso del 2016 lo IOSI ha ospitato medici in formazione da diverse nazioni, ha seguito master di tesi per le università di Zurigo e Milano e ha pubblicato oltre 30 lavori su riviste scientifiche internazionali.

Tra le attività di maggior rilievo cui il Prof. Giovanella sarà chiamato a partecipare in qualità di co-presidente figura la partecipazione, quale rappresentante della EANM, all’incontro internazionale fra le società americane ed europee di Medicina Nucleare ed Endocrinologia per uniformare le linee guida sulla diagnosi e la terapia dei tumori tiroidei. Il Prof. Giovanella sarà anche responsabile delle linee guida EANM su scintigrafia tiroidea e, rispettivamente, terapie ablative termiche dei noduli tiroidei. Sarà anche il referente scientifico del congresso EANM 2018 previsto a Barcellona, dove si occuperà dell’organizzazione delle sessioni plenarie e delle sessioni di aggiornamento continuo relative alla diagnosi e terapia delle malattie tiroidee.

L’Ente Ospedaliero Cantonale si rallegra per la prestigiosa nomina ed esprime al Professor Giovanella i migliori auguri.

Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2017